16 libri da leggere quest’estate

Durante l’anno su Instagram ho consigliato un libro a settimana con l’hashtag #unLibroPerUnPiccoloBusiness. Mi è stato chiesto di raccogliere quei consigli in un posto più facile da consultare, quindi eccola qui, la mia lista di libri da leggere in estate (con relativi commenti).

Istruzioni per l’uso: i link sono affiliati, vuol dire che prendo una piccola percentuale sull’eventuale acquisto. Userò quei soldi per allargare il gruzzolo che a fine anno darò in beneficenza. La maggior parte dei libri sono in inglese: ho segnalato le traduzioni italiane quando disponibili. Buona lettura!

1. Who Let the Blogs Out

Se uno dovesse giudicarlo dalla copertina non lo comprerebbe, perché è proprio bruttina. Il contenuto invece è davvero bello e interessante: Biz Stone (co-fondatore di Twitter) ha tanto da dire sui blog, su come sono nati, sulle opportunità che hanno aperto. È interessante per capire da dove arriviamo. Who Let the Blogs Out, St. Martin’s Griffin, 13,10 €.

2. The Cluetrain Manifesto

Le 95 tesi del Cluetrain Manifesto sono state pubblicate per la prima volta su cluetrain.com. Vederle “offline” e leggere i contributi degli autori aiuta ad approfondire, e, secondo me, a capire dove stiamo andando e cosa vuol dire “the end of business as usual”. AA.VV., The Cluetrain Manifesto, Basic Books, 8,48 €.

3. Email Marketing in Pratica

Questo è un libro obbligatorio se per lavoro devi inviare delle newsletter: Alessandra Farabegoli mette tutta la concretezza del mondo per aiutarti a costruire un piano realistico e applicabile da subito, in modo che chi riceve le tue newsletter abbia davvero voglia di aprirle. Alessandra Farabegoli, Email marketing in pratica, Apogeo, 19,99 €

4. Chi Ha Paura del Business Plan

Questo è il libro che tutti i freelance, specie quelli spaventati dai conti *devono* comprare e leggere a più riprese. L’ha scritto Francesca Marano e contiene molte risorse utili e usabili da subito per migliorare la propria contabilità ed espandere i propri piani di conquista dell’universo 😉 Francesca Marano, Chi ha paura del business plan, Zandegù editore, 4,99 €

5. La Coda Lunga

Forse non tutti sanno che l’espressione “coda lunga” è una citazione dal libro di Chris Anderson, e che in breve significa: trovare delle nicchie, «vendere meno pezzi di più cose», passare «da un mercato di massa a una massa di mercati». Questo è il libro che spiega come è nato il concetto di coda lunga, e che aiuta a capire molti modelli di vendita online. Chris Anderson, La coda lunga, Codice edizioni, 9,99 €

6. Steal Like an Artist

La mia copia è piena di segnalibri: adoro questo libro, mi aiuta tutte le volte che la mia creatività è giù di corda. Contiene frasi ispirazionali come: «the work you do while you procrastinate is the work you should be doing for the rest of your life», e consigli utili come: «take time to be bored!». Ho già detto che lo adoro? Austin Kleon, Steal like an artist, Workman Publishing, 11,66 €. Esiste anche la versione italiana: Ruba come un artista.

7. Money, a Love Story

Questo libro aiuta a fare amicizia con i soldi attraverso un percorso che parte dal raccontarsi e riconoscere la propria storia e le proprie abitudini. La filosofia che ci sta dietro mi piace molto: «I want to be very clear that my philosophy is not that having more money leads to financial freedom […] This book is about organizing your life so that you have what you truly want». Il primo capitolo è un test, io ho totalizzato un punteggio pessimo, diciamo che da qui si può solo migliorare. Kate Northrup, Money a love story, Hay House, io l’ho pagato 9 €. Da poco è uscito anche in italiano per Mental fitness publishing: Soldi, una storia d’amore.

8. Grow Your Handmade Business

Questo è uno di quei libri che non dice nulla di rivoluzionario, ma aiuta a mettere in fila i pensieri (e ce n’è tanto bisogno). Parla di come fare nascere e crescere i business handmade – secondo me però è valido anche per altri tipi di attività, e l’ho letto con piacere imparando molte cose. Kari Chapin, Grow your Handmade Business, 14,15 €.

9. Influence, the Psychology of Persuasion

Reciprocità, Coerenza, Social Proof, Scarcity, Autorevolezza, Liking: le 6 leve della persuasione che uno sente nominare qua e là sono state teorizzate da Robert Cialdini in questo libro che si chiama Influence. Non c’è molto da dire – a parte due cose: 1) è interessante se dovete vendere qualcosa, anche qualcosa di gratis, tipo invitare le persone a un evento. 2) Non compratelo di carta, perché questa edizione è orribile! Meglio l’ebook. Robert Cialdini, Influence – The Psychology of Persuasion, 12,40 €.

10. Web Marketing per le PMI

Ora è uscita la nuova edizione, io ho quella vecchia, ma di qualunque versione si tratti raccomando una lettura di questo libro di Miriam Bertoli che è un invito a farsi delle domande, a fare esperienza diretta, a partire dall’ascolto sempre e comunque. Pure Gold! Miriam Bertoli, Web Marketing per le PMI, Hoepli, 21,70 €

11. Rework

La maggior parte dei libri di business ripete i soliti consigli noti. Questo è un libro diverso: ti spiega perché la pianificazione può essere dannosa, perché non è vero che hai bisogno di una “exit strategy”, perché non devi perdere tempo in riunioni e report. Il paragrafo “Workaholism” è particolarmente illuminante: «not only is workaholism unnecessary, it’s stupid. Working more doesn’t mean you care more or you get more done. It just means you work more». Jason Fried & David Heinemeier Hansson, Rework, Crown Business, in ebook costa 9,99 €. C’è anche in italiano, di carta, e costa 17,85 €.

12. Business Model Generation

Questo non è un libro di facile lettura, ma ha il vantaggio di farti capire, una volta per tutte, cosa vuol dire “business model”. Poi non è detto che uno usi i suggerimenti contenuti all’interno: si riferiscono a grosse aziende come Lego, Procter&Gamble, eccetera. Però aiuta ad ampliare lo sguardo. Business Model Generation, AA.VV., Wiley, 29,41 €. C’è anche in italiano: Creare Modelli di Business.

13. Building Your Business the Right-Brain Way

Secondo me questo libro è da tenere sempre a portata di mano. Può funzionare sia come workbook fatto da cima a fondo (meglio se durante una vacanza!) sia come testo da consultare un capitolo per volta quando si ha un dubbio o si vuole approfondire qualcosa. È Building Your Business the Right-Brain Way di Jennifer Lee, ed. New World Library, 9,99 €.

14. Social Commerce

Uno dei pochi libri in italiano! L’ha scritto Gianluca Diegoli e ragiona sul vendere online grazie alle relazioni tra le persone. Secondo me molto utili i capitoli 1 e 2 sui trend del social commerce e sugli esempi di influssi sociali. Gianluca Diegoli, Social Commerce, Apogeo, 14,99 €.

15. Free

Questo è per chi non capisce l’economia del gratis: com’è possibile guadagnare dallo zero? In un’infinità di modi, spiegati tutti qui per filo e per segno. Io ho l’edizione italiana, non serve essere economisti per poterla leggere, quindi forza, comprate e leggete! Chris Anderson, Free/Gratis, Bur, 8,50 €

16. Start With Why

Questo libro mi viene in soccorso nei momenti di crisi per due motivi: 1) mi ricorda perché faccio questo lavoro – ma il “perché” vero, che sta alla base di tutto e che mi guida; 2) mi dà la direzione verso cui andare. Il “perché” non è per niente facile da trovare, e questo libro ti indica una marea di esempi fino a quando non ti è chiaro che «in business doesn’t matter what you do, it matters WHY you do it». Simon Sinek, Start With Why, Penguin, 9,49 €. Esiste anche una traduzione italiana: Partire dal Perché. 

Sono Enrica Crivello, mi occupo di marketing online per piccoli business con un cuore. Il mio motto è «chiediti cosa sai fare e cosa ti piace fare, poi inizia a raccontarlo». Il modo più semplice per chiacchierare con me è cercarmi su Facebook.

Iscriviti alla mia Newsletter

Iscrivendoti accetti le condizioni sul trattamento dei dati personali

Tutti i miei post su: Freelance

Ho iniziato la mia vita da freelance senza sapere nulla di cosa volesse dire "freelance". Una cosa che ho capito è che c'è un motivo per cui non si dice «fare il freelance», ma si dice «essere freelance»: è una condizione, più che una job description. Qui ci sono tutte le cose che sto scoprendo sulla mia condizione di freelance.

Non ti serve il permesso

Sì, non hai studiato per questo lavoro. Ma chi di noi l'ha fatto?

Leggi tutto

Cosa non ha funzionato

Un elenco delle cose che non hanno funzionato in questi quattro anni da freelance

Leggi tutto

Devi dire quanto sei fico?

Dov'è lecito arrivare, fin dove ha senso "elencare le tue credenziali, dicendo alle persone quanto sei fantastico", e dove invece questa cosa diventa fastidiosa?

Leggi tutto

Raccontarsi per farsi ricordare (trascrizione)

Raccontarsi online fa la differenza, soprattutto per se stessi.

Leggi tutto

10 libri da leggere quest’estate

Una lista di libri che mi sono piaciuti, e che spero piaceranno anche a voi.

Leggi tutto

Sul lavoro

Una risposta a due tipi di email che ricevo spesso.

Leggi tutto

Sales page che non funzionano

I clienti hanno sempre bisogni molto concreti, tanto vale andare dritti al punto.

Leggi tutto

Il dietro le quinte di una consulenza a 6 mani

Il passaggio da «l’autopromozione mi terrorizza» a «ho un sacco di cose belle da dire su di me, e le dirò» può essere rapido, se ci sono le condizioni giuste.

Leggi tutto

10 cose che hanno funzionato nel mio 2015

La consueta lista di fine anno, perché è bello fare il punto.

Leggi tutto

Ho fatto una svendita, queste sono le cose che ho imparato

I problemi dei form d'acquisto, la potenza delle newsletter, il ruolo dei social durante una svendita.

Leggi tutto

Vendere senza vendere

È possibile fatturare senza spammare? Certo che sì, ma non è facile né veloce.

Leggi tutto

Tutto quello che so sul vendere corsi

Un bilancio delle cose che hanno funzionato fino a qui.

Leggi tutto

Video: come scrivere una sales page

Due consigli su come scrivere meglio una sales page

Leggi tutto

16 libri da leggere quest’estate

Una lista di "libri per piccoli business" da leggere in estate (con relativi commenti).

Leggi tutto

Video: Essere troppo creativi fa male

Qual è il giusto rapporto tra creatività e chiarezza? Ne parlo in questo video, raccontando la prima impressione che mi ha fatto un piccolo business con il cuore.

Leggi tutto

Il sessismo è come il traffico

Quand'è stata l'ultima volta in cui hai chiesto a un uomo informazioni sul suo apparato riproduttivo?

Leggi tutto

Gestione finanziaria per freelance

Il metodo che usiamo Ivan ed io per gestire i nostri soldi e non impazzire per l'ansia da tasse. (È più veloce e meno doloroso di quanto uno si immagina)

Leggi tutto

Prendere del tempo per annoiarsi

Da un po’ di tempo faccio sogni che parlano di viaggi. Non sogni ad occhi aperti, ma proprio sogni-sogni, che faccio mentre dormo. Quando di notte sogno i viaggi di solito è per due motivi: perché mi sto annoiando; perché, di conseguenza, sta per cambiare qualcosa. La fase dei sogni di viaggi è travagliata e […]

Leggi tutto

Quattro percento

Lavorare sapendo che una parte di ciò che guadagni aiuterà qualcuno è bello. Farlo e dichiararlo è ancora meglio: è prendersi un impegno.

Leggi tutto

Sono qui per divertirmi (dovreste provare anche voi)

Il succo è: ho voglia di vedere le mie idee prendere vita, andare in giro, trasformarsi. Ho capito che non posso farlo se passo il tempo china sulla scrivania come se fossi la dipendente di me stessa.

Leggi tutto

La paura di sbagliare

Su di me che e sulle cose che ho provato negli ultimi due mesi

Leggi tutto

Un lavoro che non andrebbe preso

Due cose che faccio per evitare i lavori che non vanno bene per me.

Leggi tutto

I problemi del servizio clienti Eni

Quando ho freddo divento una brutta persona: la storia tra Eni e me.

Leggi tutto

20 cose che hanno funzionato nel mio 2014

È dicembre, sono riuscita a portare a casa il risultato, probabilmente è giunto il momento di festeggiare.

Leggi tutto

Ti stai facendo la domanda sbagliata

Spesso ci si chiede «come posso far parlare di me?», ma la domanda giusta è «cosa voglio che si dica di me?»

Leggi tutto

Il lavoro è una cosa seria – disse lanciando dei coriandoli

Il lavoro è una cosa seria, ma una può anche decidere di farlo divertendosi.

Leggi tutto

Il mio business plan

Questa mattina faccio il mio business plan per il 2015. Non pensavo che sarei arrivata a dire questa frase, ma le cose cambiano.

Leggi tutto

Come dare un brief

Due cose non devono mancare in un brief: la descrizione dei limiti, l'invito a lavorare in certe direzioni.

Leggi tutto

Siamo tutte Peggy Olson

il doxing è quando raccogli e pubblichi su internet delle informazioni su una persona, e queste informazioni sono false.

Leggi tutto

Il rischio di dare le cose per scontate

Un sito è, come tante altre cose, una roba che progetti tu, e che quando la progetti nella tua testa è chiara, ma poi sono altre persone a usarla.

Leggi tutto

La differenza tra fare e dire

La pianificazione è razionale, dà sicurezza. L'azione è delicata, emotiva.

Leggi tutto

Come è fatto un video che vende

Una lista di cose da copiare da Whitney English, che è bravissima a vendere.

Leggi tutto

Uno non diventa il più bravo accontentandosi

O riproponendo ogni volta procedure che fino a qui «hanno sempre funzionato».

Leggi tutto

Come essere coerente se sei creativo (e dispersivo)

Non ho la risposta valida per tutti, ma posso dirvi quello che ho fatto io.

Leggi tutto

Come ho cominciato

Il mio inizio da freelance: come e perché ho deciso di fare il salto.

Leggi tutto

12 cose che servono ai social media manager

Una lista di cose che servono ai social media manager (o aspiranti tali) per svolgere meglio il loro lavoro. Non sono fondamentali, ma secondo me aiutano.

Leggi tutto

Primi passi per raccontare il proprio brand

È solo un metodo dei tanti possibili, ma per me che tendo a esprimermi per immagini piuttosto che con numeri e tabelle sta funzionando bene.

Leggi tutto

5 errori di un bar che prima non aveva concorrenza e ora sì

Quando uno ha concorrenza deve concentrarsi su di sé, mica sugli altri.

Leggi tutto

Gestire un disservizio: cosa ho imparato dai piccoli business USA

Come usare i propri errori per entrare in contatto con i propri clienti.

Leggi tutto

Essere freelance: una lista di post che ho scritto in due anni

Una lista di post che ho scritto in due anni sull'essere freelance.

Leggi tutto

Tre cose che ho imparato dal mio corso per life coach

Scrivendo questo corso per life coach ho imparato tre cose. Alcune non sono nuove, ma era la prima volta che le usavo così: il potere di scrivere le cose nero su bianco; il potere della collaborazione; il potere dei social media per spiare.

Leggi tutto

Com’è andata a finire con l’intervista falsa

Quella volta che un giornalista ha pubblicato un'intervista che non avevo mai rilasciato.

Leggi tutto

Cosa possono imparare i life coach dal mio pasticciere

Molti life coach fanno l'opposto del mio pasticciere: ti vendono tanti prodotti, tutti insieme.

Leggi tutto

Cosa pubblicare online se fai un lavoro strano

Cosa pubblicare online se se fai un "lavoro strano" – come il life coach, l'operatore olistico, l'insegnante di danza indiana, il counselor.

Leggi tutto

Come spiegare un lavoro difficile usando parole facili

Come spiegare che lavoro fai, quando fai un lavoro difficile da spiegare a parole?

Leggi tutto

Ragioni per cui organizzare un matrimonio è uguale ad avviare un piccolo business

Non sarò tanto romantica, ma a me ricorda tanto quando ho aperto la mia partita iva e fatto muovere i primi passi al mio piccolo, minuscolo business.

Leggi tutto

Di quella volta che sono rimasta senza clienti, ed era colpa mia

Rimanere senza clienti fa schifo, e fa anche incazzare. Ma c'è una cosa (facilissima) che uno può fare per evitare che succeda.

Leggi tutto

Vendere prodotti digitali online: alcune cose che ho imparato

Una lista che serve a me per promemoria e a te per aprire il tuo ecommerce di file.

Leggi tutto

Conoscenze VS competenze

Il sistema italiano (dell'istruzione e del lavoro) si fonda sulle conoscenze, ma se devo sceglierne io preferisco le esperienze.

Leggi tutto

Una cosa che serve per diventare freelance

Per essere freelance devi permetterti di disobbedire, costruendo.

Leggi tutto

Oggi nasce C+B

Oggi nasce la casa online dell'imprenditoria femminile creativa.

Leggi tutto

Foglio di calcolo basico per il freelance nei minimi

Un foglio di calcolo per tenere d'occhio il fatturato annuo.

Leggi tutto

Freelance VS Agenzia

Tre cose che i freelance non devono dimenticarsi di fare.

Leggi tutto

Il mio #freelancecamp

È stato bello e anche utile vedere il mio feed reader prendere vita a Marina Romea, e sentire cosa aveva da dire nel tempo delle Q&A.

Leggi tutto

Perché dovresti insegnare il tuo lavoro agli altri

Quando insegni il tuo lavoro ad altri succede qualcosa di magico: ne parli e il primo a imparare sei tu.

Leggi tutto

Scegliere i propri clienti

Non riesco a lavorare con gente che mi sta antipatica. Per quanto mi sforzi (e vi giuro che ci ho provato) niente, non ce la faccio proprio.

Leggi tutto

Selezionare per distinguersi

Distinguersi è faticoso. Farlo nella velocità e nell'abbondanza della comunicazione online lo è ancora di più – ma se non lo fai nessuno si ricorderà di te.

Leggi tutto

Come organizzare il proprio tempo da freelance

Dopo anni di to do list – la prima l'avrò fatta al liceo, l'ultima ieri mattina – ho capito che con me gli elenchi di cose da fare non funzionano.

Leggi tutto

Eliminare il superfluo

Concentrati su due cose, elimina il superfluo, il resto può aspettare.

Leggi tutto

Errori da freelance

Questi errori li sto collezionando tutti, contemporaneamente e a più riprese. Se l'avessi visto prima sarebbe cambiato qualcosa? No.

Leggi tutto